mostra-mercato: Perché la creatività è un bene primario
Venerdì 20 Gennaio 2023, 09:00 - 19:45
Visite : 143 Scarica il file iCal

qui la locandina in pdf

 

Una mostra con l’idea di portare l’arte verso un pubblico più vasto. Quindi non più in gallerie d’arte riservate agli addetti ai lavori ma presso un supermercato, dove il pubblico diventa molto più eterogeneo.
Ma non solo un cambio di luogo ma anche una fruizione completamente diversa. Infatti i vari lavori proposti possono essere acquistati direttamente in negozio, senza nessun tipo di intermediazione. Per questo ogni “opera/prodotto” ha un suo codice a barre scansionabile direttamente in cassa.

La maggior parte dei lavori possono essere comprati e messi subito nella borsa della spesa...
All'artista Richard Scaccabarozzi piace pensare che l’arte (fà fatica a descrivere i suoi lavori con questo termine) possa essere equiparata alla spesa quotidiana, perché, in qualche maniera, la ritiene un bene essenziale al pari di una verdura o di un detersivo.

Visitate il sito dedicato con i prodotti che saranno esposti: https://www.richardscaccabarozzi.it/
 
(...) “Questa mostra è nata, nella testa di Richard, trent’anni fa. E non aveva minimamente la forma della “mostra”. Il mondo era davvero un’altra cosa e lui era una continua esplosione di idee. Un fermento continuo. Era spiazzante come mettesse insieme con naturalezza i pezzi di un puzzle fatto di cose per noi ordinarie e che per lui erano altro.
(…) Richard non ha mai voluto, pensato o creduto di fare quella che viene definita “Arte” con la A maiuscola. Il suo creare è sempre stato, gioco, sorpresa, magari riflessione ma proprio perché ti porta a guardare la realtà da una prospettiva inedita. Non c’è mai stata da parte sua ambizione né arroganza: Richard è la persona che forse si vende peggio nel mondo dell’arte.
Però questa sua ritrosia ha permesso alle sue idee di maturare con lentezza, di trovare una forma, di non perdere l’equilibrio tra artigianato, evasione, originalità e anche, perché no, mercato.
L’idea di portare la sua creatività - fatica a chiamarla arte - verso un pubblico vasto risale indietro nel tempo ed ora trova realizzazione come regalo, che ha scelto di farsi, per i suoi 50 anni.
La scusa del mezzo secolo forse non regge. Ma se invece fosse stata davvero la molla che ha permesso di esporre in forma concreta queste idee, beh allora benvenuti questi 50”
Mauro Ceresoli

 

Luogo     Cooperativa Il Sole e la Terra, via E. Fermi 56 (c/o centro comm. Zebra) - Curno BG
Contatto 035 401242
Chi/Note